foto2Il prof.Herbert Aglì, vice Presidente del’AssoAmici, nominato in ruolo nella scuola di Stato, ha rinunciato alla assegnazione della cattedra. Questa decisione, che immaginiamo sofferta, ci riempie di gioia e motiva ancor di più la nostra Associazione ad adoperarsi affinché il Collegio viva e offra un servizio utile al territorio.

Per avere informazioni certe, abbiamo rivolto alcune domande direttamente al prof.Aglì.

“Quali sono le motivazioni che l’hanno spinta a rifiutare il ruolo?”
“Le ragioni della rinuncia? Una questione di cuore prima di tutto. Il senso di appartenenza è forte e il rapporto con i colleghi e gli studenti molto buono. Insegnare al Valdese è un'esperienza che va decisamente oltre alla prestazione professionale, diciamo che è più come entrare a far parte di una famiglia. Il che ha anche alcune "controindicazioni" perché capita spesso che l'impegno richiesto vada ben al di là di quello per cui si è effettivamente retribuiti. Ma le soddisfazioni sono molte e la possibilità di intraprendere progetti, di rinnovare la propria didattica e di poterla gestire in autonomia sono sicuramente una marcia in piú.
Essere applauditi dagli studenti o fermato per strada da qualche genitore e ringraziato per "essere rimasto", poi, non ha prezzo.

“Rimpianti?”
Sí, qualcuno c'è: aver rinunciato al dottorato universitario e, per quanto riguarda gli anni trascorsi al valdese, forse il progetto di liceo internazionale che non siamo riusciti a portare a conclusione. Invece, a proposito della rinuncia ad una scuola statale, quando ci rimugino su non posso che pensare alla perdita della sicurezza economica e lavorativa e della possibilità di trasferirmi altrove.

“Progetti per il futuro?”
Il liceo valdese è passato attraverso due anni complicati e movimentati. Ma il corpo docente ha continuato a credere in questo progetto e la scelta di rimanere in Valle, non solo mia ma anche di altri colleghi, ne è la testimonianza. Ci sentiamo quindi pronti a proporre nuove idee. Per quanto mi riguarda, quest'anno viene inaugurato il Liceo Matematico, evoluzione di un progetto di sperimentazione partito due anni fa. Inoltre migliorerà anche il progetto di valorizzazione delle eccellenze, che verrà  ampliato ed avrà una veste internazionale inserendosi nella proposta PON-MIUR denominata MIND.
Le lezioni di matematica assumeranno quindi sempre più un aspetto laboratoriale. Per esempio, da quest'anno inizieremo a studiare la geometria solida con le penne 3d.

Ringraziamo il prof.Aglì che,con la scelta di rimanere al Collegio, entra a far parte della “schiera dei fedelissimi”, infatti hanno recentemente rinunciato al “posto sicuro” nello Stato la professoressa di inglese Ester Gontero, la professoressa Claudia Negrin , Scienze Motorie e Sportive. Hanno da tempo rinunciato allo Stato anche l’attuale Preside, prof. Marco Fraschia, e le insegnanti Lia Armand Ugon (italiano) Anna Corsani (latino) Monica Puy (francese)

Elio Canale

foto1  foto3  foto4