SPLI 1160Come fare cultura divertendosi e divertendo. Questo potrebbe essere in sintesi il messaggio della bella serata di domenica 5 marzo 2017 alle ore 18 presso il Teatro Santa Croce di Luserna San Giovanni dal titolo «Aspettando l'8 marzo». Il sottotitolo della locandina – sotto i loghi dei comuni di Luserna San Giovanni e Torre Pellice, dell'Associazione Amici del Collegio valdese, del Liceo valdese e dell'8 per mille della Chiesa valdese – recitava: «Le donne della letteratura ci parlano con la complicità degli studenti del Liceo valdese». E sono stati proprio gli studenti del Liceo a stupirci ancora una volta con la loro bravura. Ormai dopo anni di frequentazione dovremmo già essere abituati: sembra che non abbiano voglia, arrivano in ritardo alle prove oppure le saltano proprio, leggono o recitano male, la prova generale fa acqua da tutte le parti... e poi quando sono in scena danno il meglio di loro e ti fanno fare comunque bella figura. Se poi riescono pure a divertirsi e divertire mettendosi a ballare fuori programma sul palco sulle note di un bis richiesto a suon di applausi, che cosa vogliamo di più? Brave anche le cantanti, Rosi Zavaglia e Alessandra Turri, che, accompagnate alla tastiera da Paolo Gambino, nell'intervallo tra una lettura e l'altra hanno presentato brani lirici (la prima) e canzoni pop (la seconda) legate in qualche modo a figure femminili. Oltre all'italiano sono state molte le lingue dei brani letti: dal greco al latino fino al cinese, passando per francese, inglese, tedesco e perfino spagnolo. Tutte con relativa traduzione. Complimenti e ringraziamenti vanno a Lia Armand Ugon e Esther Cairus per aver avuto l'idea, ai vari insegnanti di letteratura per aver scelto i brani e a Katia Malan per aver curato la regia del tutto.